Sweet Life Society Ft Le Sorelle Marinetti & La Mattanza - My Sound lyrics request

  • KünstlerIn: Sweet Life Society
  • Lied: My Sound
  • Sprache: Italienisch

I've tried looking online, but the only two transcriptions of this song have been incomplete on 2 specific lines. I cannot "decipher" what the man's singing either, so maybe someone else with a better ear can help :)

Kommentare
Fary    Fr, 19/05/2017 - 09:00

Please don't add the featuring artists in the artist field. There's a separate line for featuring artists, but sadly it's only visible when the song lyrics have been added. I corrected that.

JoannaP    Mo, 22/05/2017 - 07:37

Okay Regular smile Sorry for the mistake, I overlooked it, but thank you for the correction!

Stefano8    Sa, 09/09/2017 - 15:41

Sorry but this is all I can do.
I'm pretty sure of what I've written, while I'm very dubious about the lyrics you can find on other sites.

********

«Hello, good evening. The Sweet Life Society is back in town.»

Premo ‟play” sul grammofono,
inizia lo spettacolo.

No, non è charleston,
non è swing e nemmeno jazz classico, ma cos’è?
È un mood, un groove, un’attitudine,
che ti porta a ballare tra le nuvole.

E non puoi non muoverti,
questo beat è troppo elastico, perché
qui si fondono XXX tutti i giorni
break, XXX balla, tre sorelle nei dintorni.

E spegni quella lavatrice,
se no poi va via la luce,
rimaniamo sempre al buio
e non sappiamo che fare.

Vogliono farci smettere di suonare, ma
continuiamo ad andare avanti
dalla sera alla mattina solo casse e rullanti;
chiedilo ai vicini se non sono stanchi.
Traslochi fatti: tanti, tanti.

Quando pensiamo alla realtà,
che ce n’è già troppa e scotta,
siamo in botta di massa;
la cassa è bassa? No!
E allora mi sa proprio che ti toccherà ballare ancora un po’.

Premo ‟play” sul grammofono,
inizia lo spettacolo.

Faccio scratch col grammofono,
swing, breaks, charleston.

3, 2, 1, zap.
Dal futuro siam passati agli anni ’30
con un club muto,
chiedi aiuto a Charlie Chaplin,
lui sì che se ne intende di ’sti tempi moderni.
Così contaminiamo lo swing con l’electro breakbeat,
dai jukebox XXX mic
Come puoi vedere, altro che intoccabili;
caro Al, ti sei sbagliato a fare i calcoli.
XXX col turbo,
boss come XXX
XXX che aristogatti
e ragazzi è il devasto
che muove le teste e i culi a colpi di basso.

Faccio scratch col grammofono,
swing, breaks, charleston.
Premo ‟play” sul grammofono
e inizia lo spettacolo.

No, non è charleston,
non è swing e nemmeno jazz classico, ma cos’è?

E non puoi non muoverti,
questo beat è troppo elastico.

Premo ‟play” sul grammofono
e inizia lo spettacolo.

Faccio scratch col grammofono,
swing, breaks, charleston!

Sfondo e su col grammofono
e inizia lo spettacolo.

JoannaP    Sa, 09/09/2017 - 23:00

Thank you so much for the attempt ^^ it's still better than nothing! Teeth smile I'll try to listen to the song again and add the bits that are missing

Stefano8    So, 10/09/2017 - 04:11

And, maybe that "caro Al, ti sei sbagliato a fare i calcoli" should be "caro HAL", the computer from "2001: A Space Odyssey" (Italians show very strong H-dropping).

JoannaP    Mo, 11/09/2017 - 07:33

Oh my god, yeah - i can hear "Hal" more than "AI" now that you've pointed out and the paragraph already makes a reference to movies with charlie Chaplin, so it could be more than right ^^ thank you for your time in trying to understand the lyrics for the song ^^

Stefano8    Mo, 11/09/2017 - 09:32

And "intoccabili", referring to "The Untouchables"