Cercami (Búscame)

Italian translation

Cercami

Cercami dove batte il sole,
Dove finisce il mare,
Dove l'amore si possa regalar,
Dove la mia voce si sente sempre di più.
 
Solo tre parole perché il mio treno deve partire,
tre parole brevi, ma tristi da dire:
Addio, ti amo.
 
Sono nato dalla terra e sulla terra devo camminare,
Come la cicala, hai un’anima da giullare,
Ma tu sei la mia chitarra mentre cammino
E se mi vuoi trovare, cercami.
 
Cercami dove cade il sole,
Dove finisce il mare,
Dove l'amore si possa regalar,
Dove la mia voce si sente sempre di più.
Cercami, dove c’è il sole,
Un fuoco vicino al mare,
Dove un fiore si sente libero,
Dove tu ed io possiamo sognare.
 
Ti ho dato un tetto, fuoco, amore, comodità,
Ti farei un letto con la sabbia del mare,
Se tu lo vuoi.
Bevo il vino della vita e gli chiedo ancora di più,
Sei come un'anfora impossibile da riempire,
Ma tu sei la mia chitarra mentre cammino
E se mi vuoi trovare, cercami.
 
Cercami dove batte il sole,
Dove finisce il mare,
Dove l'amore si possa regalar,
Dove la mia voce si sente sempre di più.
Cercami, dove c'è il sole,
Un fuoco vicino al mare,
Dove un fiore si sente libero,
Dove tu ed io possiamo sognare.
 
Cercami dove batte il sole,
Dove finisce il mare,
Dove l'amore si possa regalar,
Dove la mia voce si sente sempre di più.
Cercami, dove c'è il sole,
Un fuoco vicino al mare,
Dove un fiore si sente libero,
Dove tu ed io possiamo sognare.
 
Submitted by Valeriu Raut on Tue, 08/08/2017 - 18:38
Added in reply to request by roster 31
Last edited by Valeriu Raut on Fri, 11/08/2017 - 11:14
Author's comments:

Rosa, en español “donde” pide el subjuntivo.
Que yo sepa, en italiano no es así.

Spanish

Búscame

videoem: 
More translations of "Búscame"
Spanish → Italian - Valeriu Raut
Comments
roster 31    Wed, 09/08/2017 - 02:42

Buen trabajo, Vale. Gran ayuda para mí.
Gracias

Comentario a tu comentario:
La palabra "donde" puede, o puede no ir con subjuntivos, depende de la idea o la expresión.
En la canción, "donde se ACABA el mar", no está en subjuntivo porque sabemos que el mar 'se acaba' en alguna parte.
"Donde el amor se PUEDA regalar" y "Donde mi voz se ESCUCHE más", van en subjuntivo, pues ambas ideas son inseguras, posibilidades.

En cuanto al italiano, "eso no me lo pregunteis a mí, que soy ignorante...".

Valeriu Raut    Wed, 09/08/2017 - 03:53

Pretendes ser ignorante, pero estoy aprendiendo mucho de ti.
Y me doy cuenta que me equivoco:
“donde” no pide siempre el subjuntivo.
En italiano ocurre lo mismo.
Voy a arreglar mi traducción.

De las últimas dos estrofas, haz una.

roster 31    Wed, 09/08/2017 - 12:44

Es como un eco que repite con el público, y se pierde en lontananza.....

Hampsicora    Thu, 10/08/2017 - 07:01

Hola Vale, hola Rosa. Es una traducción muy buena.

Vale, tienes razón, en italiano “dove” no pide nunca el subjuntivo. A lo mejor se podría usar el subjuntivo si se trata de una hipótesis muy improbable o irreal.

Por lo tanto:
Dove la mia voce si senta sempre di più > si sente sempre più
dove ci sia il sole > dove c’è il sole
Dove un fiore si senta > si sente

“Dove l'amore si possa regalar” està bien si se supone que ese lugar donde el amor se pueda regalar es un lugar imaginario, que tal vez no existe en la realidad.
Si no, hay que decir “dove si può regalare l’amore”.

Además:
donde da el sol > dove batte il sole
y la tierra debo andar > e sulla terra devo camminare
tienes alma de juglar > hai un’anima da buffone / giullare
Yo te he dado techo > Ti ho dato un tetto

Valeriu Raut    Fri, 11/08/2017 - 13:57

Grazie Marco, ho corretto secondo le tue proposte.
Senza dubbio, così si dice in italiano.

Gli spagnoli però non parlano di solito come nel testo della nostra canzone.
É un linguaggio poetico, mica naturale.

Sono ingegnere e avrei dovuto fare la differenza tra tetto e soffitto.

Hampsicora    Fri, 11/08/2017 - 16:51

Prego, di niente.
Per essere un ingegnere, usi un linguaggio non molto tecnico, ma abbastanza poetico, anche in italiano. Regular smile
E anche in italiano, come in spagnolo, si dice “un tetto” per intendere una casa, un rifugio, un luogo dove stare al sicuro. È una figura retorica molto comune nella poesia.