Nomadi - Oriente

Italian

Oriente

Sento come un sapore amaro
 
Tra i fasti di questa civiltà
 
Tenui segnali che non decifriamo mai
 
Insonnoliti come siamo nei tram
 
Provo sempre nostalgia
 
Per le conchiglie sparse in riva al mare
 
E le seguo come grandi impronte
 
Sul diario dell' umanità
 
L'esilio del pensiero poi
 
Si consuma dentro ai bar
 
E dentro vuote autobiografie
 
Intendo prive di protagonista
 
Amor che guardi verso oriente
 
Verso il mare
 
Qual è il nome che pronunci piano
 
Prima di dormire
 
Amor che guardi verso oriente
 
Verso il mare
 
Qual è il nome che pronunci piano
 
Prima di dormire
 
Preferisco l'analfabetismo
 
Alle false astrazioni
 
A questo modo così un po' socratico
 
Al riparo dalle passioni
 
L'esilio del pensiero poi
 
Si consuma dentro ai bar
 
E dentro vuote autobiografie
 
Intendo prive di protagonista
 
Amor che guardi verso oriente
 
Verso il mare
 
Qual è il nome che pronunci piano
 
Prima di dormire
 
Amor che guardi verso oriente
 
Verso il mare
 
Qual è il nome che pronunci piano
 
Prima di dormire
 
L'esilio del pensiero poi
 
Si consuma dentro ai bar
 
E dentro vuote autobiografie
 
Intendo prive di protagonista
 
Amor che guardi verso oriente
 
Verso il mare
 
Qual è il nome che pronunci piano
 
Prima di dormire
 
Submitted by Berny Devlin on Fri, 21/04/2017 - 13:10
Submitter's comments:

Video girato a Napoli, città che con l'Oriente ha sempre avuto a che fare - commercialmente, artisticamente.
La voce qui è quella di Danilo Sacco.
Canzone sicuramente sottovalutata rispetto ad altre più conosciute. Notevole il testo.

Thanks!

 

Comments