Piccola Orchestra Karasciò - Respira

इतावली

Respira

Quando per gl’altri cominciano le danze
e tu ti trovi chiuso a letto in una stanza.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
Sembra che il tempo non si voglia esporre,
di quelle ore, tu faresti una mattanza.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
 
E devi stare da solo con te stesso,
con quel dolore che pulsando ti ha sommerso.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
Devi convivere, non puoi decidere,
cercando il bello in poche frasi, in qualche gesto.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
 
Ti manca l’aria, ti manca l’aria.
Ti manca l’aria, ti manca l’aria.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
 
Respira, respira, respira, respira!
Respira, respira, respira, respira!
Ciò che non uccide di certo ti fortifica.
 
E se, all’inizio, restare solo è un lutto,
andando avanti sembra sempre meno brutto.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
Cerchi la forza dal fondo dello stomaco,
cerchi quel poco ch’è nascosto in ogni anfratto.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
 
Giorno per giorno, giorno per giorno.
Giorno per giorno, giorno per giorno.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
Ti manca l’aria, ti manca l’aria.
Ti manca l’aria, ti manca l’aria.
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
 
Respira, respira, respira, respira!
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
Respira, respira, respira, respira!
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
Ciò che non uccide di certo ti fortifica.
 
Respira, respira, respira, respira!
Ciò che non uccide di certo ti fortifica.
 
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
(ti manca l’aria, ti manca l’aria)
 
Respira, respira, respira, respira!
Respira, respira, respira, respira!
Ciò che non uccide di certo ti fortifica.
 
Stefano8 द्वारा बुध, 03/01/2018 - 08:24 को जमा किया गया
जमा करने वाले के कमेंट:

Precedente: Il nodo
Successivo: Resisto
~~~
Respira – Ritorno al futuro parte III1
Il signor P. si mise a ridere, bevve un bicchiere di cognac e chiese alla moglie di insegnargli ad usare il tablet.
Gli avevano detto che da qualche parte si potevano vedere anche le vecchie trasmissioni TV.
Qualche ora più tardi, nel letto, pensava a quanta bellezza gli fosse passata accanto durante quella giornata.
Con la malinconia che lo aveva accompagnato fece un bel fiocco e lo annodò a quel pacco di ricordi addormentandosi felice.
Ripensando a quel giorno, nel corso degli anni, nel suo appartamento lui ci avrebbe visto un cortile.
Era proprio lì, l’avrebbe giurato.2

धन्यवाद!

 

कमेन्ट