Marcos Vidal - Cara a cara (traduzione in Italiano)

traduzione in Italiano

Faccia a Faccia

Solamente una parola
Solamente una preghiera
Quando arriverò alla tua presenza, O Signore
Non m'importa qa quale posto del tavolo mi farai sedere
O il colore della mia corona
Se riesco a conquistarla
 
Solamente una parola
Se ho ancora mi resta voce
E se riesco a articolarla,
La tua presenza
 
Non voglio farti domande
Solo una richiesta
E sse è possibile da soli,
Molto meglio
 
Lascia solo che ti guardi
Faccia a faccia
E perdermi come un bambino
Nel tuo sguardo
E che passi molto tempo
E nessuno dica niente
Perché sto vedendo il Maestro
Faccia a faccia
Che si affoghi nel mio ricordo,
Nel tuo sguardo,
 
Voglio amarti nel silenzio
E senza parole
E che passi molto tempo
E nessuno dica niente
Lascia solo che ti guardi
Faccia a faccia
 
Solamente una parola
Solamente una preghiera
Quando arriverò alla tua presenza, O Signore
Non m'importa qa quale posto del tavolo mi farai sedere
O il colore della mia corona
Se riesco a conquistarla
 
Lascia solo che ti guardi faccia a faccia
Anche se cado dissolto nel tuo sguardo
Sconfitto e dalla terra
Tremante e senza fiato
Ti vedrò ancora,
Maestro mio.
 
Quando cadrò ai tuoi piedi
In ginocchio;
Lasciami piangere stretto alle tue ferite
E che passi molto tempo
E che nessuno me lo impedisca
 
Perché ho atteso questo momento
Tutta la mia vita
 
Postato da dhani.ramirez Ven, 19/05/2017 - 23:52
Ultima modifica dhani.ramirez Dom, 28/05/2017 - 01:49
Spagnolo

Cara a cara

Altre traduzioni di “Cara a cara”
See also
Commenti fatti
Hampsicora    Lun, 22/05/2017 - 21:23

Hola Dhani, es una buena traducción, muchas gracias. Sólo hay algunos detalles que pueden ser mejorados. Si quieres, puedo darte algunas sugerencias, parecen muchas per no son errores graves. Espero que puedan ayudarte.

una oración > una preghiera
cuando llegue > quando arriverò (muchas veces el subjuntivo español corresponde al futuro italiano)
en que lugar... > a quale posto del tavolo mi farai sedere
Si la llego a ganar > Se riesco a conquistarla

me queda > mi resta
a articolarla > ad articolarla (entre dos vocales iguales siempre hay que poner una “d”)

hacer preguntas > farti domande
Y si puede ser a solas > E se è possibile da soli

Solo déjame mirarte > Lascia solo che ti guardi (“solo” siempre va después del verbo)
al Maestro > il Maestro
Cara a cara > Faccia a faccia (sin “che”)
mirada > sguardo

en el silencio > in silenzio (callado) / nel silenzio (rodeado por el silencio)

Solo déjame mirarte > Lascia solo che ti guardi
Aunque caiga derretido > anche se dovessi dissolvermi / cadere dissolto
desde el suelo > da terra
Aún te seguiré mirando > continuerò ancora a guardarti

Cuando caiga > Quando cadrò
entre tus plantas > ai tuoi piedi
de rodillas > in ginocchio
pegado > attaccato / stretto alle tue ferite
impida > impedisca

Hampsicora    Gio, 25/05/2017 - 09:08

De nada. Todo está muy bien. Sólo comprueba algunos descuidos:
estrofa 1, línea 4 (también estrofa 6)
estrofa 2, líneas 2 y 3 (ad)
estrofa 3, línea 3
estrofa 4, línea 3: Y perderme > (Lascia che)… e che mi perda
estrofa 7, línea 2: anche se dovessi cadere (aquí el verbo “dovessi” no tiene el sentido de deber/obligación sino de hipótesis)