Bijelo Dugme - Pljuni i zapjevaj moja Jugoslavijo ( Tradução para Italiano)

Tradução para Italiano

Sputa e canta, Jugoslavia mia

Crolla, potenza e ingiustizia,
E' sorto il tuo giorno del giudizio,
Scappatevene da noi, tenebre della notte,
E' sorto anche il nostro giorno
 
Sputa e canta!
Sputa e canta, Jugoslavia mia!
Madre e matrigna, mia tristezza e consolazione
Tesoro mio, vecchia mia*
Mia cotogna dell'armadio,
Mia sposa, bella mia,
Mia povera regina,
Jugo, Jugice*...
 
Questo pane, ecco, lo sto spezzando,
Jugoslavia mia,
Per te e per giorni migliori,
Per cavalli non sellati
Qui a quelli a cui non spuntano i denti,
Eh, gli pianga la madre
Qui non troverà mai un branco
Chi non imparerà a ululare
 
Jugoslavia, in piedi,
Canta, che ti sentano,
Chi non ascolterà la canzone,
Ascolterà la tempesta!
 
Questo pane, ecco, lo sto spezzando,
Jugoslavia mia,
Per te e per giorni migliori,
Per cavalli non sellati
Qui a quelli a cui non spuntano i denti,
Eh, gli pianga la madre
Qui non troverà mai un branco
Chi non imparerà a ululare
 
Jugoslavia, in piedi,
Canta, che ti sentano,
Chi non ascolterà la canzone,
Ascolterà la tempesta!
 
Jugoslavia, in piedi,
Canta, che ti sentano,
Chi non ascolterà la canzone,
Ascolterà la tempesta!
 
Adicionado por Lidi93 em Domingo, 01/04/2012 - 19:05
Última edição feita por Lidi93 em Segunda-feira, 19/08/2013 - 13:55
Comentários do autor:

* "kuco stara" (=casa vecchia) si usa anche tra amici che non si vedono da un po' di tempo (es. "Gde si, Mare, kuco stara?" = "Dove sei, che fai, Marko, vecchio mio?");
* "Jugo" e "Jugice" sono rispettivamente il diminutivo di "Jugoslavija" (al nominativo "Juga", vocativo "Jugo"), il nomignolo datole, e il suo vezzeggiativo.

5
Seus pontos: Nenhum Média: 5 (2 votes)
Bósnio

Pljuni i zapjevaj moja Jugoslavijo

Comentários