Es kommt zu dir [All is Found] (ইতালীয় অনুবাদ)

Advertisements
জার্মান

Es kommt zu dir [All is Found]

Folg’ dem Nordwind, denn er bringt
Dich zum Meer hin, wo ein Fluss entspringt
Schlaf, mein Liebling, ich bin hier
Der Fluss gibt Antwort dir und mir
 
Seine Wasser, tief und klar
Offenbar’n dir alles, was geschah
Tauch’ hinein, doch nur ein Stück
Sonst sinkst du tief, kehrst nie zurück
 
Sein Lied birgt herrliche Magie
Und eine Macht, unendlich groß
Bist du genauso stark, wie sie?
Was er zeigt, lässt dich nie mehr los
 
Folg’ dem Nordwind, denn er bringt
Dich zur Mutter, die sein Lied noch singt
Komm, mein Liebling, glaube mir
Was du verlierst, kommt einst zu dir
 
altermetaxaltermetax দ্বারা শুক্র, 15/11/2019 - 19:19 তারিখ সাবমিটার করা হয়
altermetaxaltermetax সর্বশেষ সম্পাদনা করেছেন মঙ্গল, 26/11/2019 - 14:02
ইতালীয় অনুবাদইতালীয়
Align paragraphs
A A

Tornerà da te

Segui il vento del nord, perché ti porterà
Verso il mare, dove nasce un fiume
Dormi, tesoro, sono qui
Il fiume darà risposte a te e a me
 
Le sue acque, profonde e limpide
Ti riveleranno tutto ciò che è accaduto
Tuffati, ma solo un po’
Altrimenti affonderai e non tornerai mai indietro
 
Il suo canto cela una magia stupenda
E una forza infinitamente grande
Riuscirai ad essere forte come lei?
Ciò che mostra1 non ti lascerà mai più andare
 
Segui il vento del nord, perché ti porterà
Dalla mamma, che canta ancora la sua canzone2
Vieni, tesoro, credimi
Ciò che perdi poi tornerà da te
 
  • 1. Il soggetto è maschile, per cui la frase si riferisce al fiume e non alla forza.
  • 2. Anche qui, il possessivo è maschile, quindi sarebbe la canzone del fiume.
Unless a secondary source is specified below, you may use this translation wherever you want, even for commercial purposes, as long as you publish it with a link to this page, or with my nickname. Otherwise check the source.
altermetaxaltermetax দ্বারা শুক্র, 15/11/2019 - 19:25 তারিখ সাবমিটার করা হয়
altermetaxaltermetax সর্বশেষ সম্পাদনা করেছেন শুক্র, 17/01/2020 - 19:59
মন্তব্যসমূহ
FrozenHeartFrozenHeart    শুক্র, 17/01/2020 - 18:22

Ottima traduzione. Solo una piccola disattenzione al verso "Was er zeigt, lässt dich nie mehr los", ti sei mangiato il "mehr" nella traduzione (nie mehr = mai più). Inoltre, il verbo "zeigen" è usato senza complemento, quindi dovrebbe essere più "Ciò che mostra, non ti lascerà mai più andare", è un'azione abituale, si intende ciò che il "fiume mostra / è solito mostrare", non che "mostrerà" ad un ipotetico "te" che ascolti, si potrebbe mantenere anche il futuro, ma il senso di azione abituale in italiano poi va a cadere senza l'uso del presente.
Per quanto riguarda la curiosità sull'uso del maschile in terza e quarta strofa, penso si riferisca banalmente al fiume (der Fluss).

altermetaxaltermetax    শুক্র, 17/01/2020 - 19:54

Grazie per avermi fatto notare il "mehr" mancante (anche se in questo contesto gli usi di "mai più" e "mai" non fanno nessuna differenza, forse mai più suona un po' meglio).
Sapevo di non aver tradotto "was er zeigt" perfettamente, solo che in italiano mi suona un po' male "Ciò che mostra non ti lascerà mai più andare", per cui ho lasciato perdere l'aspetto universale del "ciò che mostra" e l'ho tradotto con "ciò che ti mostrerà", rendendolo un'azione singola con un complemento singolo (del resto, la ninnananna stessa non è stata cantata ad una sola persona, e inoltre "lässt dich nie mehr los" ha il complemento dich). Per ora lo lascio come hai detto tu, finché non mi viene in mente qualcosa che mi suoni meglio.
Sì, anche io credevo che i due maschili si riferissero al fiume. Ho solo aggiunto le note per rendere le cose più chiare a chi leggesse la traduzione (senza note, nel primo caso si potrebbe pensare che il soggetto sia la forza, nel secondo caso che la canzone sia della madre).

FrozenHeartFrozenHeart    শুক্র, 17/01/2020 - 20:07

Figurati, sarò forse io troppo pignolo e quindi vedo grande differenza tra un "mai" e un "mai più", anche se logisticamente, come dici tu nel caso in cui il fiume ti acchiappa, o non ti lascia mai o non ti lascia mai più, sempre resti fregato ahahah

Per quanto riguarda "zeigen", diciamo che tradurlo al presente suona "stonato" nel contesto dell'intera traduzione perché hai volto quasi tutto al futuro, il che non è stato un errore, dato che come saprai, in Tedesco, come in molte altre lingue, si utilizza il presente anche per dare idea del futuro (specie con l'utilizzo di avverbi, vedi "einst" nell'ultimo verso che dà proprio la temporalità futura all'azione, nonostante sia espressa al presente). Personalmente, dato che si tratta di una ninna nanna tramandata di generazione in generazione, io avrei invece lasciato il presente ove possibile (quando si trattava appunto di azioni abituali che riguardano questo fiume eterno e ciò che fa e può e non di azioni riferite al "tu" che sia adesso Elsa o, fuoricontesto, un ascoltatore X qualunque) proprio perché il presente dà l'idea della continuità e dell'eternità di questa "entità" (chiamala fiume, ghiacciaio, Athoallan, ecc.).
Per quanto riguarda la presenza del "dich" nella subordinata, questo non dovrebbe implicare che sia sottointeso nella frase principale per il semplice fatto che:
- Was er zeigt = soggetto
- lässt (los) = verbo
- dich = c. oggetto
- nie mehr = avv.
Quindi il soggetto non dovrebbe contenere quello stesso "dich" in sé (magari sottointeso), poiché esso è esplicitato dopo il verbo "loslassen" e si riferisce solo a quest'ultimo.
Spero di non essere stato contorto nella spiegazione, chiedo venia in tal caso, ma sono reduce da una giornata passata a studiare solo Tedesco xD

altermetaxaltermetax    শুক্র, 17/01/2020 - 20:50

Sì, "mai" e "mai più" normalmente significano cose diverse, per esempio in:
"Non andrò mai in quel ristorante"
"Non andrò mai più in quel ristorante"
la prima frase implica che in quel ristorante non ci si è mai andati, la seconda implica il contrario.

Ma in questo contesto:
"Non ti lascerà mai andare"
"Non ti lascerà mai più andare"
significano esattamente la stessa cosa, perché non è che Elsa venga catturata abitualmente e, da ora in poi, quando verrà catturata non verrà lasciata andare. Elsa può essere catturata una volta, quindi potrebbe essere eventualmente lasciata andare una volta (e questa frase afferma che ciò non succederà).

Sì, so che il dich nella subordinata è completamente sconnesso dalla principale. Quello che intendevo dire è che la frase intera "Was er zeigt, lässt dich nie mehr los" contiene un dich, quindi nella frase c'è un riferimento diretto all'interlocutore. Di conseguenza è plausibile, sebbene non completamente corretto, interpretarlo come "Ciò che mostrerà a te" perché poi tanto è te che non lascerà mai più andare. Il significato generale è lo stesso: ciò che mostra abitualmente è anche ciò che mostrerà a te.
Se invece non ci fosse stato un riferimento a "dich" nella frase, per esempio:
"Was er zeigt, lässt nie mehr los"
andrebbe per forza tradotto come "Ciò che mostra non lascia mai più andare". Ovviamente tradurre questo come "Ciò che ti mostrerà non lascia mai più andare" sarebbe completamente sbagliato.

FrozenHeartFrozenHeart    শুক্র, 17/01/2020 - 22:02

Si, ma assolutamente. Io tendo semplicemente a prediligere una traduzione che sia la più aderente possibile all'originale, specie quando la lingua di partenza e quella di arrivo non differiscono molto e permettono tale aderenza. Quando, ad esempio, traduco dall'ungherese, devo rivedere questa mia "priorità" perché ci sono interi periodi che tradotti letteralmente non avrebbero un senso compiutissimo o suonerebbero quantomeno cacofonici. In questo caso specifico però, data l'assenza di cacofonia, ALMENO IO manterrei un'aderenza all'originale "nie mehr" (mai più), dove "più" può anche essere visto come un semplice rafforzativo di "mai" (nonostante il tuo discorso sia giusto e resti valido).

Guarda, ti dirò, avendo studiato teoria della traduzione a Traduttologia, che da un traduttore puoi sempre aspettarti di tutto xD
Hai fatto un discorso corretto per quanto riguardo la differenza tra il verso "Was er zeigt, lässt dich nie mehr los" ed un ipotetico "Was er zeigt, lässt nie mehr los". Tuttavia, ti posso assicurare che ci sarebbero traduttori che il secondo te lo tradurrebbero tranquillamente come "Ciò che ti mostra, non ti lascia mai più andare" nonostante nell'originale non vi sia il pronome di seconda persona singolare. Questo non è un fenomeno raro, non è nemmeno un errore, ma si tratta di "libertà di traduzione" e di contestualizzazione. Però ci sono molti traduttori che spesso contestualizzano forzatamente un testo e quindi "deformano", anche dove non serve, la sintassi originale, la quale poi può risultare non solo deformata, ma anche appesantita nella lingua d'arrivo (non si parla di cambio del messaggio, di errori di traduzione, ma proprio di scelte stilistiche che vengono fatte da chi traduce). Finché questa "deformazione" da contestualizzazione viene mantenuta uniforme lungo tutto il testo tradotto, il fruitore nemmeno se ne accorge (specie senza presenza del testo originale di fianco). Ovviamente, se tali scelte vengono fatte sporadicamente, solo per alcuni versi, beh, la cosa si inizia a notare per disomogeneità e col testo a fronte poi diviene proprio palese.

Detto questo, riallacciandomi a quello che dice sempre un mio professore universitario: "esistono traduzioni giuste e traduzioni sbagliate, ma non esistono traduzioni perfette; esistono solo proposte di traduzione". Quindi qualcosa può essere tradotto in più modi e non è detto vi sia errore, assolutamente, anzi!