Advertisements

Fabrizio De André - La cattiva strada

  • Artist: Fabrizio De André
  • Translations: English, Finnish, French, German, Greek, Portuguese, Russian, Spanish
Italian
A A

La cattiva strada

Alla parata militare
sputò negli occhi a un innocente
e quando lui chiese: «Perché?»
lui gli rispose: «Questo è niente
e adesso è ora che io vada.»
e l'innocente lo seguì,
senza le armi lo seguì
sulla sua cattiva strada.
 
Sui viali dietro la stazione
rubò l'incasso a una regina
e quando lei gli disse: «Come?»
lui le risposte: «Forse è meglio è come prima
forse è ora che io vada.»
e la regina lo seguì
col suo dolore lo seguì
sulla sua cattiva strada.
 
E in una notte senza luna
truccò le stelle ad un pilota
quando l'aeroplano cadde
lui disse: «È colpa di chi muore
comunque è meglio che io vada.»
ed il pilota lo seguì
senza le stelle lo seguì
sulla sua cattiva strada.
 
A un diciottenne alcolizzato
versò da bere ancora un poco
e mentre quello lo guardava
lui disse: «Amico ci scommetto stai per dirmi
adesso è ora che io vada.»
l'alcolizzato lo capì
non disse niente e lo seguì
sulla sua cattiva strada.
 
Ad un processo per amore
baciò le bocche dei giurati
e ai loro sguardi imbarazzati
rispose: «Adesso è più normale
adesso è meglio, adesso è giusto, giusto, è giusto
che io vada.»
ed i giurati lo seguirono
a bocca aperta lo seguirono
sulla sua cattiva strada,
sulla sua cattiva strada.
 
E quando poi sparì del tutto
a chi diceva: «È stato un male.»
a chi diceva: «È stato un bene.»
raccomandò: «Non vi conviene
venir con me dovunque vada,
ma c'è amore un po' per tutti
e tutti quanti hanno un amore
sulla cattiva strada...»
 
Submitted by GuestGuest on Tue, 20/10/2009 - 13:27
Last edited by HampsicoraHampsicora on Mon, 06/02/2017 - 17:17
Thanks!

 

Advertisements
Video
Comments