Piccola Orchestra Karasciò - Qualcosa mi sfugge

इतावली

Qualcosa mi sfugge

Quattro in punto e sono sveglio,
guardo fisso le piastrelle
e penso ‟Qualcosa mi sfugge.”
 
Quando taglio la cipolla a pranzo
e fisso la padella,
penso ‟Qualcosa… che mi sfugge.”
 
E ogni tanto mentre parlo
con qualcuno che conosco,
penso ‟Qualcosa… qualcosa mi sfugge.”
 
Fuori porta o sotto casa,
dentro al bar e fuori in strada,
penso ‟Qualcosa, sì, qualcosa mi sfugge.”
 
Dalle foto sopra i muri,
alle canzoni di Sanremo,
passa il tempo, passa il treno,
e qualcosa mi sfugge.
 
È una vita intera che penso
che qualcosa mi sfugga
che qualcosa mi sfugga
e che non torni più.
È una vita intera che penso
che la vita mi sfugga,
che la vita mi sfugga.
 
Nel bel mezzo di una festa
guardo fuori alla finestra;
ho la testa altrove,
però non so dove.
 
Entro in camera, in giardino,
in capo o in coda alla mattina,
penso ‟Qualcosa… che mi sfugge.”
 
Dalle immagini in vetrina
alle réclame in bianco e nero,
passa il tempo per intero
e qualcosa mi sfugge.
 
È una vita intera che penso
che qualcosa mi sfugga,
che qualcosa mi sfugga,
e che non torni più.
È una vita intera che penso
che la vita mi sfugga,
che la vita mi sfugga.
 
Mi sento idiota ed impotente
perché lascio andare il tempo
pensando al tempo che fugge.
 
Ma è una malinconia lontana,
un qualcosa che mi chiama
e che non conosco,
ed io mi sento perso.
 
Dalle foto sopra i muri,
alle canzoni di Sanremo,
passa il tempo, passa il treno,
e qualcosa mi sfugge.
 
È una vita intera che penso
che qualcosa mi sfugga,
che qualcosa mi sfugga,
e che non torni più.
È una vita intera che penso
che la vita mi sfugga,
che la vita mi sfugga.
 
E che non torni più.
 
Stefano8 द्वारा बुध, 03/01/2018 - 08:26 को जमा किया गया
जमा करने वाले के कमेंट:

Precedente: Resisto
Successivo: Come mamma mi ha fatto
~~~
Qualcosa mi sfugge
Lo sospettava da sempre. Quel giorno ne ebbe la conferma.
Mentre se ne stava seduto sul wc di casa, il signor P. ebbe la sensazione di averlo capito.
Il senso della vita che tutti inseguono per giustificare la propria esistenza stava lì. Tra le piastrelle del suo bagno.
E lui non lo aveva capito! Possibile non essersene accorti prima?
Gli uomini sono piastrelle unite da un collante, e il collante è rappresentato dai sentimenti. Buoni o cattivi s’intende, amore e odio.
Senza un collante le piastrelle non stanno insieme, senza i sentimenti gli uomini si perdono.
Uscì dal bagno dopo i continui richiami di sua figlia che doveva prepararsi per andare a scuola.
Sulla porta la guardò sorridendo: – Ho trovato il senso della vita – disse.
– Lo facevo più profumato! – rispose lei.

धन्यवाद!

 

Piccola Orchestra Karasciò: टॉप 3
कमेन्ट