Russia is waging a disgraceful war on Ukraine.     Stand With Ukraine!

tekst Marsiglia

  • Wykonawca: Francesco La Notte
  • Album: Due vele (1983)
włoski
włoski
A A

Marsiglia

Non sapeva quel signore
Che proprio stavolta doveva pagare
Un tributo di sangue a due coltelli malvagi
In giro di notte, peggio dei cuori randagi
 
Uno già a quindici anni non voleva dormire
Ed è scappato a Marsiglia con mille lire
S’è arruolato giù al porto tra le facce più nere
Per la voglia di non fare un normale mestiere
 
È uno strano richiamo quello che ha seguito
Quando è uscito di casa l’altro più sfortunato
Nell’ora in cui la strada si fa più stretta
Quando cantano insieme il fulmine e la civetta
 
Fra gli alberi delle barche all’ancora, laggiù
Filtra un raggio di sole che
Se ascolti bene, chiama anche te
 
Poi quando avrò cambiato in parole i pensieri
Qualche cosa a Marsiglia bisogna che l’impari
E proprio quando tutte le speranze son morte
Devi trovare la forza di tentare la sorte
 
Come quell’uomo che è l’alba e ancora non va via
Resta un po’ a bere e a farmi compagnia
Fra la barba un po’ rada, una cicatrice
Mi parla di guerra anche se lui non lo dice
 
Fra gli alberi delle barche all’ancora, laggiù
Filtra un raggio di sole che
Se ascolti bene, chiama anche te
 
In mezzo a questa gente, se ci penso, rimango
Perché se voglio rido e se fa bene piango
Anche se qui l’amore è un amore leggero
A Marsiglia si vive e si vive davvero
 
Sempre sul filo di una spada
Mai una lira in tasca, dove vuoi che vada?
Comunque alla strada io ci sono legato
A un destino un po’ scarso, a questo porto e al suo fiato
 
Fra gli alberi delle barche all’ancora, laggiù
Filtra un raggio di sole che
Se ascolto, chiama e chiama me
Fra gli alberi, delle barche all’ancora, laggiù
Filtra un raggio di sole che
Se ascolto, chiama e chiama me
 
Dzięki!
Przesłane przez użytkownika Alberto ScottiAlberto Scotti w wt., 28/06/2022 - 11:38

 

Francesco La Notte: Top 3
idiomy z piosenki "Marsiglia"
Komentarze
Read about music throughout history