Advertisement

Vurria ca fosse ciaola (traducere în Italiană)

Advertisement
Napolitan

Vurria ca fosse ciaola

Vurria ca fosse ciaola e ca vulasse
A 'sta fenesta a dirte 'na parola
Ma non ca me mettisse a la gaiola
E tu da dinto subbeto chiammasse
Viene marotta mia, deh, viene Cola
Ma non ca me mettisse a la gaiola
Et io venesse et hommo returnasse
Comm'era primmo e te truvasse sola
Ma non ca me mettisse a la gaiola
E po' turnasse a lu buon sinno gatta
Ca me ne ascesse pe' la cataratta
Ma che 'na cosa me venesse fatta
 
Ultima oară editat de MichaelNa în data Miercuri, 31/01/2018 - 22:55
Aliniază paragrafe
traducere în Italiană

Vorrei essere una gazza

Vorrei essere una gazza e volare
alla finestra per dirti una parola,
ma non (vorrei) che mi mettessi in gabbia.
E che tu dall’interno subito venissi a chiamarmi:
- Vieni, Marotta mia, deh vieni Cola! 1
Ma non (vorrei) che mi mettessi in gabbia.
 
E io verrei, tornando a essere uomo
com’ero prima, sperando di trovarti sola
ma non (vorrei) che mi mettessi in gabbia.
E poi tornerei (a essere) di buon senno una gatta
per andare via giù per la botola,
ma (vorrei) che una cosa mi venisse fatta...
 
  • 1. Marotta, cognome napoletano, e Cola, diminutivo di Nocola, venivano spesso usasti come nomi per gli uccelli
Thanks a lot for your attention!

Free to use my translations for personal and scientific purpose, for teaching a language, etc...No COMMERCIAL use.
And if you liked my job, I'll be happy if you mention me.
Postat de Berny Devlin la Miercuri, 31/01/2018 - 18:07
Comentariile autorului:

E' una villanella di fine '500. Il tema è tipico dei Paesi mediterranei; l'amante si trasforma in volatile per poter accedere senza impicci e timori all'amata, mutandosi poi in uomo quando occorre, e infine in gatta per fuggire indisturbato.

Mai multe traduceri ale cântecului „Vurria ca fosse ...”
ItalianăBerny Devlin
See also
Comentarii